Il progetto PROTASIS – Police Training Skills

Il progetto PROTASIS è stato co-finanziato dal programma Rights, Equality and Citizenship dell’Unione Europea

Il progetto ha avuto una durata di 24 mesi, dal 1 dicembre 2016 fino al 30 novembre 2018.

PROTASIS è sviluppato in linea con le priorità di Daphne all’interno dei finanziamenti della DG Justice dell’Unione Europea. Ha lo scopo di contribuire all’attuazione effettiva, sufficiente e sostenibile della Direttiva Europea sulle Vittime, rafforzando la protezione ed il supporto alle vittime di reato attraverso lo sviluppo e la realizzazione di un modulo inclusivo per il rafforzamento delle capacità e la formazione delle forze di polizia, basato sui risultati delle ricerche esistenti, di rilevanti progetti europei, sullo scambio di buone prassi e attraverso il sostegno a sistemi di riferimento coerenti che includano l’indirizzamento delle vittime verso servizi di supporto specialistici.

Oltre a collaborare con gli altri partners allo svolgimento di tutte le attività di progetto, all’interno di PROTASIS EuroCrime ha svolto specificatamente le seguenti attività:

  • organizzazione del rafforzamento delle capacità e della formazione per le forze di polizia in Italia;
  • valutazione scientifica del programma di formazione;
  • redazione del catalogo sui riferimenti e i percorsi di sostegno alle vittime – servizi di Supporto alle Vittime in Italia.

I membri del consorzio di progetto sono:

European Public Law Organization (EPLO) Grecia – Coordinatore;

EuroCrime – Research, Training and Consulting SrL – Italia;

Facultade de Direito, Universitade de Lisboa – Portogallo;

Fondazione Scuola Interregionale di Polizia locale (SIPL) – Italia;

Associação Portuguesa de Apoio à Vítima (APAV) – Portogallo;

IARS International Institute (IARS), Regno Unito.

I partner del Consorzio sono supportati, durante lo svolgimento del progetto, da tre Partner Associati:

– Dias in Action – Grecia;

– The Ministry of Internal Affairs – Portogallo;

– The Police and Crime Commissioner for Hertfordshire, Barpenden Police Station – Regno Unito.

Il Manuale Formativo

Il programma formativo di PROTASIS ha lo scopo di evidenziare e affrontare in modo efficiente i bisogni sia delle vittime di reato che dei professionisti del settore e ha un impatto significativo nel ridurre il divario esistente tra il trattamento non adeguato delle vittime di reato e l’attuazione della Direttiva sulle Vittime in tutta Europa.

Il Manuale Formativo, intitolato “Verso una risposta di polizia incentrata sulla vittima”, costituisce uno dei risultati finali del progetto ed è frutto della raccolta di conoscenze e risultati di ricerche portate avanti da precedenti progetti europei, di ricerche e teorie interdisciplinari, dell’esperienza accademica e nella ricerca degli autori, della loro esperienza pratica con i soggetti considerati – ovvero le vittime di reato con specifiche necessità – così come dallo scambio di buone prassi svoltosi durante una visita di due giorni dei membri del Consorzio a Londra. Gli approfondimenti sui benefici, sulle sfide, sugli ostacoli da affrontare e l’esperienza e le informazioni di prima mano offerti dalla polizia britannica durante la visita di studio sono stati usati per programmare e sviluppare i materiali formativi e la formazione – pilota per le forze di polizia.

Il programma ed il materiale formativo sono stati testati in Italia, Portogallo e Grecia con più di 200 ufficiali ed agenti delle forze dell’ordine, i quali hanno seguito 20 ore di seminari formativi e workshops. Al termine della formazione pilota, una valutazione della formazione e del suo impatto sono stati svolti dall’Istituto Internazionale IARS, un partner del progetto non coinvolto nella formazione. Tale valutazione ha esaminato il programma formativo con lo scopo di stimare il suo impatto sulle attività lavorative quotidiane dei componenti delle forze di polizia. I risultati e le conclusioni della valutazione saranno alla base delle prossime versioni del programma di formazione e del relativo materiale formativo.

Basato su ricerche e teorie interdisciplinari, questo manuale vuole essere uno strumento concreto per un approccio incentrato sulla vittima di reato nella formazione di ufficiali e agenti di polizia, autorità giudiziarie e professionisti del settore attraverso l’adozione di una prospettiva olistica che combini conoscenze teoriche e capacità pratiche.

Il manuale è composto da sei moduli sviluppati in sequenza in modo tale che ogni argomento sia collegato al successivo, costruendo progressivamente la conoscenza e le capacità dei partecipanti attraverso una transizione graduale da un tema all’altro, da conoscenze generali a capacità specifiche. Inoltre, una serie di Allegati con delle dispense per i formatori è disponibile a conclusione del manuale stesso.

In particolare, il Manuale Formativo di PROTASIS è costituito dai sei seguenti moduli formativi:

1. Il contenuto e l’interpretazone della Direttiva Europea sulle Vittime di Reato
Questo modulo presenta ai partecipanti il contesto europeo della protezione e del supporto alle vittime di reato, esamina il ruolo e gli obblighi delle forze di polizia così come descritti nella Direttiva sulle Vittime, ed evidenzia gli importanti benefici sia per le vittime che per le forze di polizia stesse derivanti dalla sua adozione.

2. Comprendere la vittimizzazione
Gli elementi fondamentali di psicologia delle vittime e di vittimologia costituiscono il punto centrale di questo modulo. I costi e l’impatto della vittimizzazione vengono descritti evidenziando i problemi, le difficoltà e i bisogni che le vittime di reato devono affrontare nella loro intereazione col sistema di giustizia penale. Il modulo approfondisce il link fra la vittimizzazione secondaria e i diversi punti di vista che spesso hanno le vittime e le autorità del sistema giudiziario, così come il contesto legale dell’interrogatorio della vittima.

3. Temi specifici relativi al genere ed ai minori
Il modulo esamina le tematiche specifiche connesse al genere ed alla minore età in relazione alla vittimizzazione. Con una attenzione specifica alla violenza domestica ed alla violenza sessuale che colpiscono donne e bambini, il modulo formativo cerca di districare le complesse dinamiche che riguardano la risposta psicologica alla violenza, i bisogni delle vittime, le varie vulnerabilità in materia di vittimizzazione, i fattori che ne aumentano il rischio e i motivi per i quali non si rivela e non si denuncia di essere rimasti vittime di reato.

4. Interazione con le vittime e capacità comunicative
Sulla base di informazioni interdisciplinari derivate da varie discipline e buone prassi, gli elementi centrali di questo modulo includono i principi fondamentali, le tecniche pratiche e gli strumenti per una comunicazione effettiva con vittime particolarmente vulnerabili. La predisposizione dell’ambiente per il contatto iniziale con la vittima, la costruzione del rapporto, come porre le domande, l’osservazione attiva e l’ascolto del racconto fatto dalla vittima degli eventi di reato sono alcuni dei temi affrontati usando esempi concreti ed esercizi pratici.

5. Valutazione individuale dei bisogni delle vittime
Il contenuto di questo modulo riguarda l’applicazione dell’articolo della Direttiva sulle Vittime sulla valutazione individuale (articolo 22), fornendo ai partecipanti alla formazione strumenti e capacità pratici per valutare in modo effettivo i bisogni delle vittime durante il loro primo incontro con la vittima di reato.

6. Riferimenti e percorsi di sostegno alle vittime
Durante lo svolgimento di questo modulo ai partecipanti vengono fornite informazioni sui servizi disponibili di supporto alle vittime  e sulle tecniche più efficaci per l’indirizzamento della vittima a tali servizi. Con lo scopo di incoraggiare lo sviluppo di percorsi di riferimento, le attività di networking e di cooperazione inter settoriale con i rappresentanti delle organizzazioni di supporto alle vittime sono una parte integrante del modulo.

Scarica qui il Training Manual in formato PDF

 

Qui è possibile trovare maggiori informazioni sul progetto e rimanere aggiornati sulle sue attività:

Website: https://protasis-project.eu/

Facebook: https://www.facebook.com/ProtasisProject/

Twitter: https://twitter.com/ProtasisProject.

 

Il progetto PROTASIS è stato co-finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Rights, Equality and Citizenship

 Grant agreement n. JUST/2015/RDAP/AG/VICT/9318

Il contenuto di questo sito web rappresenta il punto di vista dell’autore ed è sua esclusiva responsabilità. La Commissione Europea non è in alcun modo responsabile dell’uso che può essere fatto delle informazioni che contiene.